mercoledì 23 ottobre 2019
  • » Punti di Vista
  • » Il Piccolo Museo della Poesia che rischia di chiudere

Il Piccolo Museo della Poesia che rischia di chiudere

la carenza di fondi rischia di far perdere a Piacenza l'ennesima occasione

Il Piccolo Museo della Poesia che rischia di chiudere

Il piccolo museo della poesia di Piacenza rischia la chiusura per mancanza di fondi. Lo denuncia a gran voce il direttore Massimo Silvotti, che se da un lato pare scoraggiato, dall’altro pare animato da uno spirito indomito e pugnace.

E’ in programma una marcia silenziosa verso il monumento di Dante a Firenze, e sono in corso trattative per spostare il museo altrove.

Eppure non costa tanto il mantenerlo in vita ed il mantenerlo a Piacenza, non costa nulla se si pensa a come la cultura sia in grado di generare indotto, non costa nulla se si pensa a come la cultura abbia nella poesia la sua massima espressone.

Così, una volta tanto mi son messo lì a scrivere una lettera al direttore della Libertà, eccovela:

Egregio direttore,

di solito non scrivo lettere, di solito mi faccio dare una piazza e faccio un comizio, e mi metto a dire in modo roboante, tagliente e surreale quello che mi rode dentro.

Ma questa volta è diverso, c’è da sostenere la causa del Piccolo Museo della Poesia, il che merita ben più di un comizio.

Possibile che la nostra città non si renda conto della eccellenza che rappresenta? Possibile che non si renda conto di come la sua attività riesca a mobilitare ben più di quattro poeti persi a frugare nelle derive di questo mondo?

Le recenti attività del museo hanno coinvolto personaggi eccellenti ed hanno prodotto spettacoli di raro valore ed intensità; uno su tutti, la giornata dedicata all’infinito di Giacomo Leopardi, che ha coinvolto, nel piazzale di fronte alla chiesa di S. Antonino, Filosofi, Astronomi e Poeti, riuscendo a mettere insieme lo spettacolo dell’intreccio tra discipline, apparentemente distanti ma, in realtà, assolutamente complementari.

In somma, si tratta di una occasione unica che Piacenza sta perdendo, ed è l’ennesima che la nostra città lascia andare.

Concludo dicendo che, anche in tempi nei quali la morale e l’etica stanno andando a pezzi, la poesia è ciò per cui vale la pena di vivere, è il saper guardare oltre i tramonti, oltre gli amori, oltre alla bellezza, è il saper leggere nella disperazione il bello della vita ed è il saper vivere senza farsi travolgere dalla disumanità del nostro tempo, dominato dallo sterco del demonio.

Il mio augurio, dunque, è che Piacenza riesca a mantenere in vita il Piccolo Museo della Poesia.

Stefano Torre


Visualizzazioni: 461
Altre Pagine sull'argomento
  • Comizio di Stefano Torre sulla Poesia a Cortemaggiore
    Stefano Torre fa a pezzi un libro di poesie di Massimo Silvotti e invoca la necessità che l’uomo produca denaro
    [Comunicato Stampa] 11 agosto ventidiciannove Comizio di Stefano Torre sulla Poesia Ieri a Cortemaggiore Stefano Torre fa a pezzi un libro di poesie di Massimo Silvotti e invoca la necessità che l’...
    Pubblicata il:11/08/2019
  • Ieri a Firenze c’era la polizia.
    Il corteo di poeti per le vie del centro di Firenze aveva bisogno di una scorta
    Il corteo dei poeti che si è mosso da piazza Santa Maria Novella a Piazza Santa Croce, passando come un serpente ebbro, per la vie del centro della città di dante, è stato scortato da polizia e vig...
    Pubblicata il:15/09/2019
  • Il senso del matrimonio nell’età del nichilismo
    Guardare le cose come sono e non come sembrano
    Verrebbe da dire che è l’istituto che consente alle coppie di rimanere assieme anche dopo che si è spenta la passione iniziale, ma è scontato. Quello che invece mi pare più vero è che li matrimonio...
    Pubblicata il:22/06/2019
  • marinai e poeti sono tutti morti
    pubblicata la raccolta di poesie di Stefano Torre con prefazione di Augusto Vegezzi e postfazione di Remondino Chavez.
    pubblicata la raccolta di poesie di Stefano Torre con prefazione di Augusto Vegezzi e postfazione di Remondino Chavez.
    Pubblicata il:16/05/2019
  • Parliamo di futuro
    La Fantascienza barriera attiva contro il Nichilismo
    Quando mi hanno chiesto di presenziare alla consegna del premio letterario Senigalatticca, dedicato alla letteratura fantascientifica, mi sono posto il problema di cosa dire, ed ho provato a stende...
    Pubblicata il:11/09/2019
  • Perché domani andrò a Firenze alla marcia dei poeti
    La marcia dei poeti a Firenze è a sostegno del piccolo museo della poesia, incolmabili fenditure, che rischia di chiudere.
    L’incolmabile fenditura tra parola e realtà, tra parola e verità, è diventata una voragine, ed a noi, uomini che hanno vissuto tra passato e futuro, che hanno visto il mondo cambiare da società rur...
    Pubblicata il:13/09/2019
© Tutti i diritti sono riservati
powered by Infonet Srl Piacenza
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK
- A +