martedì 19 novembre 2019

Dobbiamo invadere la Francia

Torre infuriato con le massime autorità governative francesi

Dobbiamo invadere la Francia
Dopo le recenti esternazioni del presidente Francois Hollande, anzi scusate Emmanuel Macron, il presidente in pectore Stefano Torre desidera ribadire la propria determinazione ad invadere la Francia per ridurla ad una provincia periferica italiana.

“A questo punto non si tratta più di Corsica, Nizza e Savoia, non si tratta più di andare a prenderci la Gioconda, ma si tratta di salvaguardare l’onore della nostra nazione.” Esterna Torre.

“Sono infatti i francesi e le loro disgustose politiche neoimperialiste a fare vomitare. Sono loro a creare le condizioni a che la vita in taluni paesi d’Africa sia così tanto disumana da determinare la necessità di fuggire.”
Ma il presidente bionico è ancora più duro:
“1. La Francia ha inventato e adopera dal 1953 il Franco CFA con cui tiene sotto ricatto le economie di numerosi stati africani, di fatto praticando un neocolonialismo finanziario all'insegna dello strozzinaggio.
2. La Francia ha distrutto la Libia e fatto assassinare Gheddafi per coprire scheletri negli armadi di Sarkozy.
3. La Francia manda a manganellare i migranti a Ventimiglia.
4. La Francia manda i Gendarmi a Bardonecchia per fare arrestare un migrante sul suolo italiano.
5. La Francia inoltre, è bene ricordarlo, ha inventato la Ghigliottina e lo sterminio sistematico degli avversari politici.”
E conclude:
“L’Africa francofona tutta, e non solo, saluterebbe con urla di giubilo una eventuale invasione italiana della Francia e ciò perché non ne può più del giogo francese che, nonostante l’abbandono formale dell’imperialismo, è comunque ispirato a Illegalité, Ostilité e Disugualité.

Dio vi benedica e Dio maledica la baguette!”

Visualizzazioni: 2863
Altre Pagine sull'argomento
  • Aeroporto di San Damiano, l'associazione "Torre Sindaco": «Bene una base spaziale»
    un atto di buon senso rivolto nella giusta direzione
    L’Associazione "Torre Sindaco" esprime «soddisfazione per l’ipotesi di trasformare l’aeroporto militare di San Damiano in una base spaziale».
    Pubblicata il:13/06/2018
  • Dio Benedica anche gli extraterrestri
    Stefano Torre intervistato dal Telegiornale di Piacenza 24 sulla base spaziale di San Damiano
    Lunedì scorso sono state presentate le proposte progettuali per il futuro dell’ex-aeroporto di San Damiano che sono state raccolte attraverso la consultazione pubblica avviata nei mesi scorsi. Tra ...
    Pubblicata il:15/06/2018
  • Stefano Torre a Cinisello Balsamo
    da candidato a Spin Doctor
    Stefano Torre si Trasforma da candidato a Spin doctor e si mette a sostegno del candidato Marsiglia alle prossime comunali di Cinisello Balsamo!
    Pubblicata il:05/06/2018
  • Stefano Torre, esempio di coraggio e bellezza
    di Andrea Scanzi, 20 giugno 2017
    Stefano Torre ha 52 anni e si candida provocatoriamente come sindaco a Piacenza. Per avere un po’ di spazio mediatico si fa persino intervistare da Cruciani, che reputa impossibile una sua performa...
    Pubblicata il:05/06/2018
  • Torre infuriato sulla Pertite
    Comizio improvvisato del Bionico in Piazza Cavalli
    L’Associazione #TorreSindaco intende prendere posizione in riferimento al paventato progetto di voler cambiare la destinazione del parco della Pertite facendolo diventare sede del nuovo Ospedale, c...
    Pubblicata il:11/06/2018
  • Torre Presidente del Consiglio incaricato
    Finalmente il presidente Mattarella mi ha incaricato di formare un governo.
    Finalmente il presidente Mattarella mi ha incaricato di formare un governo. Non si tratta di un incarico esplorativo, come sarebbe stato assegnato al presidente del senato Maria Elisabetta Alberti ...
    Pubblicata il:04/06/2018
© Tutti i diritti sono riservati
powered by Infonet Srl Piacenza
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK
- A +