venerdì 14 dicembre 2018

il Piacenza calcio del 1975

Un Piacenza che giocava il calcio totale degli olandesi

il Piacenza calcio del 1975
Il 1975/76 vede il Piacenza protagonista del campionato di serie B.

La squadra, sotto la guida di GB Fabbri, è la prima in Italia a giocare il Calcio Totale, ed i risultati si vendono; gioca bene, segna molto, e soprattutto fa divertire.
Il pubblico Piacentino si innamora del Piacenza per il suo bel gioco prima ancora che dei risultati.

il piacenza del 1975

La stagione si conclude con une retrocessione amara, dovuta alle ultime 5 sconfitte consecutive nelle ultime 5 giornate, quando sarebbe bastato un solo punto per salvarsi.

Eppure il pubblico, nonostante la retrocessione e nonostante il probabile addio al Piacenza, porta in trionfo a fine campionato l’allenatore che ha introdotto in Italia il gioco moderno.

Natalino Gottardo fu indubbiamente il simbolo di un Piacenza rimasto nella memoria degli sportivi. Ma sono in molti quelli che sanno recitare a memoria la formazione di quella squadra, Candussi, Secondini, Manera, Zagano, Righi, Regali, Asnicar, Bonafè, Gambin, Gottardo.

Il difetto fu quello di avere una rosa di giocatori estremamente limitata, il che si riverberò sui risultati del finale di stagione, funestato dall'incidente che mise fine alla carriera di Gottardo.

Mancò forse una società più determinata e più ricca. Fatto stà che il Piacenza di quel fantastico biennio si dissolse come neve al sole dopo l’abbandono di Piacenza da parte di GB Fabbri che se ne andò ad allenare il Lane Rossi Vicenza, rischiando di vincere uno scudetto.

Per me il 75 è stato un anno indimenticabile avendo segnato il mio esordio da tifoso. Ricordo ogni particolare di quel giorno in cui mi portarono in tribuna a vedere la partita con l’Avellino. Lo stadio era strapieno, e c’erano anche moltissime bandiere bianco verdi sugli spalti.
Ricordo il goal di Natalino Gottardo, su azione da calcio d’angolo, con il quale il Piacenza si aggiudicò l’incontro, e ricordo la radiolina che trasmetteva tutto il calcio minuto per minuto che annunciava il goal del Piacenza.
Bei ricordi, che stanno nel mio cassetto della nostalgia, purtroppo è un mondo che non ritornerà più.


Visualizzazioni: 1476
Altre Pagine sull'argomento
  • Finalmente si torna a giocare in serie B
    Dopo 12 anni il Piacenza torna in serie B. Lo fa vincendo a mani basse il campionato di serie c1 e presentandosi ai nastri di partenza del campionato con una rosa praticamente invariata rispetto al...
    Pubblicata il:17/10/2016
  • la squadra che vinse lo scudetto!
    Nel 1974-75 la Juventus fu la vincitrice del campionato, mettendo in bacheca il suo sedicesimo scudetto. Io avevo 10 anni e per la prima volta in vita mia mi fu permesso di fare la raccolta delle ...
    Pubblicata il:26/11/2016
  • La cultura del pallone rivive grazie al subbuteo come un tempo.
    Talvolta mi sento proprio orfano di qualcosa che c’era, mi accompagnava senza troppo clamore, e che non c’è più. Il caso del campionato di calcio è eclatante: oggi non è più possibile seguirlo sen...
    Pubblicata il:14/11/2016
  • Quando a Piacenza c'erano le Maglie dell'Admiral!
    Stà per riprendere vita il Piacenza del 1979. Una squadra che ha giocato la serie c1 partendo con i favori del pronostico e chiudendo con un deludente nono posto. Era un gruppo solido, con due punt...
    Pubblicata il:13/10/2016
  • Il Piacenza 1979 a subbuteo. Dovevo questo post ai tanti che dopo l’anteprima mi hanno chiesto di vedere immagini più dettagliate di questa piccola opera d’arte che è il Piacenza del 1979 realizza...
    Pubblicata il:30/11/2016

Stefano Torre

Stefano Torre

Amministratore di Infonet Piacenza, esperto seo e web designer sommo. Astronomo dilettante e poeta. Sperimentatore e divulgatore di tecniche di web marketing, SEO e web design.

© Tutti i diritti sono riservati
powered by Infonet Srl Piacenza
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK
- A +