venerdì 14 dicembre 2018

La Juventus del 1974

la squadra che vinse lo scudetto!

La Juventus del 1974

stemma juventus

Nel 1974-75 la Juventus fu la vincitrice del campionato, mettendo in bacheca il suo sedicesimo scudetto.

Io avevo 10 anni e per la prima volta in vita mia mi fu permesso di fare la raccolta delle figurine … e con mio fratello Cecco completammo l’album della Panini, destinato a rimanere indelebile ricordo nella nostra memoria.

In coppa UEFA raggiunse la semifinale dove fu eliminata dagli olandesi del Twente.

Da ricordare la vittoria casalinga sulla Lazio del 27 aprile 1975 per quattro reti a zero, con una tripletta di Anastasi subentrato a 20 minuti dalla fine.

Ricordo che si era al Maiolo a festeggiare non so cosa, io avevo 10 anni, e la rai trasmetteva la sintesi della partita (il che era una consuetudine della domenica pomeriggio) e come personaggi diventati poi a me tanto cari, come Vittorio Poli (che mi ospitò nell’ospedale di Teramo per indagare la mia distonia), Angelo Parmigiani (che anni dopo mi regalò un maialino) e Gigi Mossi (I cui vini mi hanno regalato serate indimenticabili), fossero increduli all’idea che Anastasi avrebbe segnato:

“Ma dai … la tripletta la avrà fatta Altafini, Anastasi  non è ancora entrato”

Ed io che mi sentivo quasi un messaggero del re, e che avevo già visto i goal a novantesimo minuto, a rispondere tronfio:

“no, no, è proprio Anastasi che farà la tripletta.”

Eravamo davanti ad un televisore in bianco e nero, la tv a colori c’era da un annetto ma a casa nostra in campagna non era ancora arrivata, ed il calcio coinvolgeva tutti.

Erano tempi nei quali le squadre giocavano con la loro maglia, e la seconda maglia era utilizzata solo nei casi di reale necessità, erano tempi nei quali le tre coppe europee rappresentavano un traguardo quasi onirico, e delle quali si cominciava a parlare in marzo, ed ogni partita di una squadra italiana era un buon motivo per trovarsi alla sera a guardarla, perché era un evento, raro ed orgogliosamente vissuto.

Erano tempi nei quali le partite, di tutta le serie, dalla A alla D, si giocavano contemporaneamente, e si andava allo stadio con la radiolina per sentire i risultati.

Va bè, nulla è oggi uguale ad allora, oggi comandano i tempi televisivi, e la gente che segue il calcio è sempre di meno.

In nome del business hanno distrutto il calcio, e con esso hanno cancellato un elemento importante della nostra identità di popolo.

Voglio tornare bambino!!!

juventus 74-75

La Juventus del 1974 era una roba da leccarsi i baffi:

1. Zoff
2. Gentile
3. Cuccureddu
4. Spinosi
5. Furino
6. Scirea
7. Causio
8. Capello
9. Anastasi
10. Damiani
11. Altafini

In panchina: Piloni, Longobucco, Morini, Brio Marchetti, Viola, Bettega, Rossi

Allenatore: Parola


Visualizzazioni: 1129
Altre Pagine sull'argomento
  • Un Piacenza che giocava il calcio totale degli olandesi
    La squadra, sotto la guida di GB Fabbri, è la prima in Italia a giocare il Calcio Totale, ed i risultati si vendono; gioca bene, segna molto, e soprattutto fa divertire. Il pubblico Piacentino si...
    Pubblicata il:18/10/2016
  • La cultura del pallone rivive grazie al subbuteo come un tempo.
    Talvolta mi sento proprio orfano di qualcosa che c’era, mi accompagnava senza troppo clamore, e che non c’è più. Il caso del campionato di calcio è eclatante: oggi non è più possibile seguirlo sen...
    Pubblicata il:14/11/2016

Stefano Torre

Stefano Torre

Amministratore di Infonet Piacenza, esperto seo e web designer sommo. Astronomo dilettante e poeta. Sperimentatore e divulgatore di tecniche di web marketing, SEO e web design.

© Tutti i diritti sono riservati
powered by Infonet Srl Piacenza
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK
- A +