giovedì 6 maggio 2021
  • » Dicono di me
  • » Carmelina Rotundo sul Cristallino di Piombo

Carmelina Rotundo sul Cristallino di Piombo

Qualche riga di commento dallo sguardo di Carmelina Rotundo, poetessa di Orbetello

Carmelina Rotundo sul Cristallino di Piombo

il titolo è già un ossimoro: cristallino e… la mente va alla leggerezza alla trasparenza ma .. l‘ aggettivazione “di piombo” la fa d’ improvviso diventare pesante-  oscura!

“ La vita è una lapide con uno specchio sopra”

Occhio, luce, stelle, luna: cosi la poesia e la prosa di Stefano Torre, poesia e prosa ambedue espressione di un realismo terminale è forse (incoscientemente?) forse (disperatamente?) tra le due colonne d’ Ercole speranza e disperazione-disperazione e speranza in attesa sempre di andare oltre.

La raccolta non a caso si apre con una poesia dedicata a Santa Lucia la martire divenuta Santa protettrice degli occhi della vista.

Ticchettano i secondi sospinti dalla molla
che sta dentro un orologio
mentre il tempo scorre  verso Santa Lucia

 Stile e contenuti giocati tra:

MECCANICO- SCIENTIFICO –TEOLOGICO- LETTERARIO

che rivela la NATURA STESSA di Stefano nel quale tutto ciò che umano è meccanico e tutto ciò che è meccanico è umano .

Le serpi sono treni coi vagoni
che non le schiaccia più nemmeno la Vergine Maria
travolgono piuttosto che viaggiare
ed è il dominio  dell’ uomo senza Dio.

Stefano scatta una visione realistica drammatica terribile ma… nei versi seguenti ecco appare la luna (casta diva)

La luna che ritorna nell’ azzurro
che urla: “io esisto”
agli altri astri
troppo lontani per sentirla.

 “Uranio a devastar le menti”

“ sindaco mascherato da politico giullare”. A questo proposito condivido in pieno  i punti di vista e l ‘ ironia beffeggiante, unica  arma di denuncia verso molti dei politici. La politica è nata al servizio dei cittadini, ma è divenuta ben presto una roccaforte di poteri e privilegi personali, non serve più il giullare: nelle nuove corti essi stessi l’ impersonano, nell’allegria più assoluta ciechi e sordi alle urla di chi invece vive la realtà della vita sulla strada, tutti i giorni

L’ Amore è whisky on the rocks
consumato in fretta
per ubriacarsi d’ ambrosia.

 Stefano l’ avevo incontrato a Firenze per la marcia silenziosa della poesia ed a Piacenza in occasione del nostro andare (io sono con Maria Giuseppina Caramella Presidente della Fondazione IL FIORE, e Celeste, la sua impareggiabile segretaria) era divenuto il mio Virgilio.

Mese di febbraio 2021 in parallelo al libro di Stefano Torre  stavo leggendo Leonardo da Vinci  Scritti scelti, favole, allegorie, paesi, pensieri, figure, profezie, facezie.

Quelli che s’ innamoran di pratica sanza scienza, son come ‘l nocchiere, che entra in navilio senza timone o bussola che mai ha certezza dove si vada. Sempre la pratica dev’esser edificata sopra la bona teoria; della quale la Prospettiva è guida e porta, e, sanza questa, nulla si fa bene  ne’ casi di pittura. La scienza è il capitano , e la pratica sono i soldati.

Valore intrinseco del sapere

L’acquisto di qualunque cognizione è sempre utile allo intelletto, perché potrà scacciar da sé le cose inutili, e riserva le buone , se prima non si ha cognizion di quella ..

Naturalmente li omini boni desiderano sapere, dedicato a Stefano Torre che fortuna averlo incontrato!!!

Carmelina Rotundo Auro. 2 febbraio 2021, giorno della Candelora.


Visualizzazioni: 254
Altre Pagine sull'argomento
    Antonio Laneve de "Il cristallino di piombo"
    "denso" libro, essenziale, profondo, molto bello!
    A voce alta hanno un altro suono le parole di Stefano Torre, un vibrare frastagliato come lo skyline di un'anima d'altri tempi, in bilico tra le urla della luna al perigeo e il gracchiare d'una tre...
    Pubblicata il:04/02/2021
    PAOLO MAURIZIO BOTTIGELLI su IL CRISTALLINO DI PIOMBO
    Chi l'ha detto che l'acqua contenuta in una bottiglia servirà solo a dissetare?
    Torre e le sue parole spingono i corpi umani sul palcoscenico di un mondo che si consuma e ci consuma Nella sua poesia , la sofferenza prende una forma triangolare, la Pietà. il dolore la distruzione
    Pubblicata il:06/02/2021
© Tutti i diritti sono riservati
powered by Infonet Srl Piacenza
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK
- A +