giovedì 23 maggio 2019

Vite parallele: Torre-Churchill

le frasi celebri dei due personaggi messe a confronto

Vite parallele: Torre-Churchill

Dall’ora più buia alla riscossa degli umili che scendono in armi contro il Presidente della Repubblica. Il parallelo tra Winston Churchill e Stefano Torre rivela la grandezza di quest’ultimo facendo impallidire il leader inglese divenuto ormai personaggio storico.

Un anno fa circa veniva pubblicato un meme sulla pagina Facebook Propaganda Molesta (110k followers), nella quale vengono confrontati Stefano Torre con Winston Churchill. Vediamo allora un confronto tra le due figure, poi fateci sapere nei commenti quale vi pare migliore! ;-)

Winston Churchill fu primo ministro del Regno Unito, storico, giornalista e militare britannico. Stefano Torre è stato candidato sindaco di Piacenza, proposto come premier nella squadra di governo piacentina (e rifiutato da Mattarella), webmaster, imprenditore, ex consigliere comunale, ladro del quadro ritratto di signora di Gustav Klimt, astronomo, pubblicista scientifico, poeta, autore teatrale, marito, padre e uomo bionico. E chissà cos’altro riserva il futuro a Stefano Torre ancora!

Winston Churchill aveva un’ancora tatuata su un avambraccio, Stefano Torre due computer nel corpo, che lo rendono bionico.

Winston Churchill credeva negli extraterrestri, Stefano Torre propose di creare uno spazio porto per commerciare con gli alieni, il cui arrivo è imminente.

Winston Churchill fu pioniere dello sviluppo dell’aviazione della marina. Stefano Torre propose di costruire il più grande porto commerciale d’Europa sul Torrente Nure per farci attraccare i Mercantili più grandi del pianeta e intensificare i commerci, una mossa astuta. Inoltre, Torre fu fautore della realizzazione di vinidotti per la distribuzione di vino direttamente dal rubinetto nelle case.

In seguito vi riportiamo alcune frasi famose dei due, incentrate su argomenti di cui hanno parlato.

Cristoforo Colombo.

Churchill: “I socialisti sono come Cristoforo Colombo: partono senza sapere dove vanno. Quando arrivano non sanno dove sono. Tutto questo con i soldi degli altri.”

Torre: “Usciremo dall’Euro ed adotteremo come conio il Colombo, che nel taglio piccolo sarà il Cristoforo o Cristoforino.”

I politici.

Churchill: “Il politico deve essere in grado di prevedere cosa accadrà domani, il mese prossimo e l'anno prossimo, e, in seguito, avere la capacità di spiegare perché non è avvenuto.”

Torre: “Sono qua perchè mi sono rotto le scatole di vivere in un mondo nel quale i forti sono sempre più forti e i deboli sono sempre più deboli, mi sono rotto le scatole di politici che promettono e poi non fanno nulla”

Verità su governi e popoli.

Churchill: “I governi ed i popoli non sempre prendono decisioni razionali. Talvolta essi prendono decisioni pazzesche, oppure alcuni popoli impongono a tutti gli altri di seguirli nella loro follia.“

Torre: “La ludopatia, soprattutto negli anziani, va assolutamente incentivata!”

Verità su governi e popoli 2.

Churchill: “Il politico diventa uomo di stato quando inizia a pensare alle prossime generazioni invece che alle prossime elezioni.”

Torre: “Un popolo per essere tale ha bisogno di una guerra.”

Italiani udite udite.

Churchill: “Gli italiani perdono le partite di calcio come se fossero guerre e perdono le guerre come se fossero partite di calcio.”

Torre: “Concederò l’indipendenza a Bolzano perché voglio vedere la partita Italia-Sud Tirolo e sommergerli di Goal.”

Promesse di guerra.

Churchill: “Potevano scegliere fra il disonore e la guerra. Hanno scelto il disonore e avranno la guerra.”

Torre:  “Muoveremo in armi verso Parma, la conquisteremo, la distruggeremo e spargeremo il sale sulle macerie. Parma delenda est.”

Massime della vita.

Churchill: “Il successo non è mai definitivo, il fallimento non è mai fatale; è il coraggio di continuare che conta.”

Torre: “Dio maledica la mostarda.”

Massime della vita 2.

Churchill: “L'ottimista vede opportunità in ogni pericolo, il pessimista vede pericolo in ogni opportunità.”

Torre: “Farsi prendere in giro è una cosa seria.”

La democrazia.

Churchill: “Il miglior argomento contro la democrazia è una conversazione di cinque minuti con l’elettore medio”

Torre: “Mi accorgo di avere torto quando sono d’accordo con la maggioranza.” citazione di Oscar Wilde

Donne e discorsi.

Churchill: “Un buon discorso dovrebbe essere come la gonna di una donna: lungo abbastanza da coprire il soggetto e corto abbastanza da suscitare interesse”

Torre: “Distribuirò gratuitamente il viagra a chi ha più di 55 anni.” 


Visualizzazioni: 650
© Tutti i diritti sono riservati
powered by Infonet Srl Piacenza
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK
- A +