domenica 9 agosto 2020
  • » Punti di Vista
  • » Qualche riflessione sulla epidemia di Corona Virus a Piacenza

Qualche riflessione sulla epidemia di Corona Virus a Piacenza

La Domenica delle Salme

Qualche riflessione sulla epidemia di Corona Virus a Piacenza

PC.5.4.2020

La Domenica delle Salme, 
non si udirono fucilate,
il gas esilarante presidiava le strade.
(Faber, Le nuvole, 1990)

Così anche la domenica delle palme se ne sta andando, oggi sono morte 15 persone per il corona virus.

Da qualche giorno ci sono sistematicamente meno di 20 decessi al giorno, e in qualche modo la cosa ci solleva: forse tra una settimana i morti smetteranno di esserci.

Le statistiche si fanno con i numeri, ed i numeri sono persone, sono storie, sentimenti, sono vite umane.

Bisognerebbe non dimenticarlo mai.

In emergenza capita che i numeri vengano rilevati in modo errato, come è successo in questo periodo. I tamponi per verificare la positività delle persone sono stati fatti un tanto al chilo, ed anche i decessi imputabili al virus sono stati rilevati a spanne.

Da una indagine statistica spannometrica sulla mortalità nella provincia di Piacenza, raffrontata a quella degli anni precedenti, emerge una mortalità enormemente superiore a quella che ci dice la protezione civile nel suo bollettino di guerra, ogni giorno alle ore 18.

E così sembra che i morti veri, siamo almeno il doppio di quelli rilevati.

Io ci farei una riflessone attenta, perché, se da un lato non siamo in grado nemmeno di rilevare il numero dei decessi, dall’altro, la mortalità sottodimensionata è in qualche modo una offesa per chi muore.

Perché a quelle persone sfuggite alla statistica, non viene concessa neppure la dignità di essere un numero.

Mi auguro che quando tutto sarà finito, verranno davvero inchiodati alla croce coloro che hanno distrutto il sistema sanitario italiano, fino a renderlo incapace persino di accorgersi che le persone muoiono.

Mi auguro che la passione per il denaro venga accantonata, e che chi ha speculato venga punito con una severità degna della strage che ha procurato.

Non è possibile avere case di riposo ridotte a lazzaretto senza che la cosa non emerga. Non è possibile avere persone che chiamano la guarda medica senza che nessuno intervenga, non è possibile sentir solo dire che il sistema sanitario italiano è una eccellenza mondiale.

La verità è che il nostro sistema sanitario fa schifo, e solo l’abnegazione ed il coraggio di tanti medici, non di tutti a dire il vero, rende possibile che il nostro popolo non sia stato decimato da questa epidemia.

Ora però non è tempo di rabbia e di processi, è tempo di sopportazione, pazienza, e coraggio. Finirà tutto questo un giorno, persino la madonna è apparsa in cielo durante la benedizione Urbi et Orbi del Papa, ed alla fine vinceremo questo demone.

Poi dovremo combattere ancora, e misurarci con demoni vecchi, che conosciamo bene, e che magari, dopo tutto sto casino, riconosceremo più facilmente: Egoismo, Denaro, Immoralità, Disumanità, Bipensiero, forse diventeranno più facili da affrontare e vincere, almeno a me piace crederlo.

Sursum Corda ragazzi


Visualizzazioni: 68
Altre Pagine sull'argomento
    AMOR VINCIT OMNIA
    Siamo entrati nella settimana santa, ovvero nel periodi più sacro dell’anno secondo la religione Cristiana
    Siamo entrati nella settimana santa, ovvero nel periodi più sacro dell’anno secondo la religione Cristiana. Ma non ci saranno messe pasquali, e neppure tutte le altre celebrazioni che i cristiani f...
    Pubblicata il:07/04/2020
    Carlo Taormina denuncia il primo Ministro Conte per Epidemia colposa ed omicidio plurimo.
    Depositata alla procura di Roma negli scorsi giorni, la denuncia ha raccolto più di un milione di firme di sostegno.
    Depositata alla procura di Roma negli scorsi giorni, la denuncia ha raccolto più di un milione di firme di sostegno.
    Pubblicata il:08/04/2020
    Forse un mattino andando
    Credere nei propri valori e difenderli dal nulla che avanza
    Io credo nei valori, credo nella Famiglia, nel matrimonio, nell’amicizia, credo nella lealtà, nella generosità nella umiltà, ci credo a tal punto che penso che si possa anche morire pur di mantener...
    Pubblicata il:05/10/2019
    I piccoli paesi
    Ciò che la narrazione contemporanea ha distrutto non è il piccolo paese ma la vicinanza tra le persone.
    Tanto tanto tempo fa, esistevano i piccoli paesi. Non erano tanto le dimensioni del centro abitato a farli piccoli, quanto il fatto che le persone si sentivano vicine le une alle altre.
    Pubblicata il:12/10/2019
    Il CoronaVirus è arrivato in città e ha cambiato la nostra vita
    Di punto in bianco è tutto fermo e il tempo scorre più lentamente
    Così il #CoronaVirus è arrivato anche a #Piacenza. Il modo con il quale è arrivato è dirompente, surreale, se non da panico vero e proprio, comunque in modo da creare inquietudine.
    Pubblicata il:26/02/2020
    IL MILLENIUM BUG
    tra nichilismo e realismo terminale profetizzare l’uomo che verrà
    Forse qualcuno ricorda i tempi nei quali si è scollinato il millennio. Si parlava di millenniun bug e ci si aspettava che il crinale del millennio producesse catastrofi nei sistemi elettronici, con...
    Pubblicata il:16/06/2020
    La task force governativa anti fake news, in neo lingua significa la fine della libertà
    Equivale ad istituire il ministero della verità e ad abolire la libertà di pensiero e di espressione
    In questi giorni ho riletto 1984 di GEOGE ORWELL. Le somiglianze con il tempo presente sono tante e sono inquietanti. Sono nel nostro modo di intendere politica e potere, sono nel nostro modi di pe...
    Pubblicata il:06/04/2020
    MICROCHIP E LIBERTA'
    Indubbiamente quando e se sarà impiantato su ognuno di noi, segnerà il passaggio ad un altro tipo di società umana, nella quale verrà tracciata ogni nostra azione, ogni nostra frequentazione, ogni ...
    Pubblicata il:18/06/2020
    Un Selfie con la Mascherina
    Così la smetteranno di guardarmi in cagnesco
    Finalmente ho trovato una mascherina in farmacia. Finalmente posso farmi un selfie con la faccia paludata, cosa che sinceramente mi mancava.
    Pubblicata il:06/04/2020
© Tutti i diritti sono riservati
powered by Infonet Srl Piacenza
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK
- A +