venerdì 19 luglio 2019
  • » Opinioni
  • » ma voi, vi fate le domande giuste?

ma voi, vi fate le domande giuste?

o vi fate convincere dai GURU che vi propongono verità preconfezionate?

ma voi, vi fate le domande giuste?

Claude Levi Strauss, un antropologo Franco Belga morto recentemente a 100 anni, sostiene che uno scienziato non sia colui che ha le risposte giuste, bensì colui che si pone le domande giuste.


La cosa vale anche per la gente comune: Porsi le giuste domande significa essere ad un passo dalla verità.

Viceversa il lasciarsi abbagliare da chi ci propone le sue risposte preconfezionate significa diventare seguaci di dottrine più o meno ben costruite.

Significa concedere credito ai guru, che promettono successo, che producono in continuazione video nei quali sembra proprio che tu, proprio tu, seguendo il loro metodo, possa raggiungere le più alte mete del successo e diventare come Bill Gates, o come Sergej Brin o Larry Page.

E così vi confezionano miti moderni, meta storie nelle quali, partendo da un garage, si arriva all’Olimpo.

Vi siete mai chiesti perché costoro sono così tanto convincenti? Vi siete mai chiesti perché solo pochissimi uomini riescono ad assurgere ai livelli di successo sommi, mentre voi continuate da vent’anni a cullare l’idea del successo senza mai raggiungerlo?

Non è che vi ponete la domanda sbagliata?

Forse più che il come Brin e Page hanno messo su google, sarebbe bene porvi la domanda di cosa è il successo.

Ed allora scoprireste che la maggior parte delle vostre vite sono storie di successo, e che occorre cercare la felicità in esse e non al di fuori di esse.

Non occorre diventare più ricchi dell’Olanda per raggiungere l’Olimpo, ma occorre la consapevolezza del valore delle cose.

Se vi ponete la domanda corretta, allora scoprirete che è dentro di voi che è il successo, non fuori!

È nel vostro quotidiano esistere che la bellezza della vita si concretizza, e scavando dentro di voi potrete scoprire il valore che giorno per giorno avete creato.

Vi lascio con una altra citazione ed è Marsilio Ficino, filosofo fiorentino quattrocentesco alla corte medicea.

Costui, citato da James Hillmann tra i precursori di Carl Jung, pensava che la psiche fosse composta di tre parti: la mente, o intelletto razionale, la fantasia ed il corpo.

E diceva: L’anima è il più grande di tutti i miracoli della natura, tutte le altre cose al di sotto di Dio sono sempre un essere singolo ma l’anima è tutte le cose assieme...

Meditate gente ... meditate


Visualizzazioni: 85
© Tutti i diritti sono riservati
powered by Infonet Srl Piacenza
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK
- A +